Welfare aziendale

Supervisione aziendale olistica

“Arriveremo a costruire macchine capaci di spingere grandi navi a velocità più forti
che un’intera schiera di rematori e bisognose soltanto di un pilota che le diriga.
Arriveremo a imprimere ai carri incredibile velocità senza l’aiuto di alcun animale.
Arriveremo a costruire macchine alate, capaci di sollevarsi nell’aria come gli uccelli”.

Ruggero Bacone, De Secretis operibus artis et naturae IV

La supervisione, in generale, offre servizi destinati a chiunque voglia far funzionare la propria attività individuale o di lavoro (contesti educativi, la scuola, associazioni, cooperative, imprese sociali, gruppi informali o formali, aziende, liberi professionisti) o il proprio benessere personale di relazione nell’azienda.
Sono interessate alla supervisione i singoli clienti privati, le piccole e medie imprese, individuali o di gruppo, associazioni, cooperative, dirigenti d’azienda e a qualsiasi gruppo di lavoro interessato a far funzionare meglio l’attività produttiva intervenendo su eventuali impasse, sui problemi di organizzazione e sulle difficoltà attinenti alla comunicazione.


Approfondimento

Nel welfare e nella supervisione dei gruppi e d’azienda in particolare, con le pratiche olistiche e sistemiche, ci si propone di favorire il miglioramento delle imprese attraverso l’ordine, la consapevolezza e il benessere di tutte la parti coinvolte: il lavoro d’equipe, la crescita dei gruppi, il talento, il ruolo, i clienti, il personale, il prodotto, i dirigenti e il capitale d’impresa.

La supervisione è mossa da alcuni valori fondamentali:

– il rispetto dei limiti naturali e delle circostanze reali;
– la libertà emotiva da emozioni dolorose di tutti coloro che fanno parte dell’impresa, del gruppo o del sistema familiare;
– l’aumento della consapevolezza ed una conseguente crescita interiore a favore di tutti;
– l’ordine interno come base per una migliore comunicazione e per un flusso energetico più sano;
– lo sviluppo della competizione ai fini della crescita professionale;
– il successo come sensazione di completezza.

Non potendo, ai sensi della legge 4/2013, utilizzare il termine terapia per indicare questo percorso, si può indicare con il termine “supervisione” anche gli incontri per coloro che, individualmente o in gruppo, desiderano cominciare un percorso di crescita personale o qualsiasi altro processo realizzativo. L’attività esperienziale suggerita dispone di metodi affascinanti, antichi, veloci ed efficaci per attrarre le persone in pratiche di meditazione dinamica, giochi tarologici e rappresentazioni archetipiche in movimento, per favorire il superamento di modelli fissi di comportamento, oramai obsoleti o disfunzionali e l’apertura a modelli nuovi di azione più equilibrati e funzionali, sempre ai fini della crescita dell’individuo, dell’impresa e di un migliore ambiente relazionale e di collaborazione.
Che sia individuale o di gruppo, la supervisione si promette di accompagnare verso una sensazione di pienezza del vivere, compiendo una serie di traguardi sistemici che coinvolgono tutte le parti del sistema familiare o aziendale:

• ordine
• libertà emotiva da emozioni dolorose
• senso di appartenenza
• equilibrio nel dare e nel ricevere
• reale sensazione di essere forti
• la capacità di competere per crescere

Esistono inoltre alcuni principi teorici fondamentali che distinguono il metodo della supervisione con le pratiche olistiche e sistemiche da altri:

  1. un’immagine della realtà interconnessa, in cui ogni parte è in comunicazione con il tutto e viceversa;
  2. una considerazione del tempo multidimensionale, dove passato presente e futuro non corrono lungo un piano lineare ma complesso;
  3. la considerazione dell’esistenza dei campi morfogenetici ( teoria nota al mondo della biologia grazie a Rupert Sheldrake ) e una certa visione animica che contribuisce a risvegliare una nuova percezione profonda e viva delle cose ( è come se la realtà non fosse più in bianco e nero ma a colori);
  4. l’integrazione emisferica come completo sviluppo della coscienza e le pratiche che ne favoriscono il processo ( ho’oponopono, costellazioni familiari, animali totem, meditazione, tiro con l’arco, yoga, shiatsu, etc..)

Le recensioni
dei clienti

  • "Quando ho incontrato Monia per la prima volta ho sentito di essere al sicuro. Non è una guru e non vuole esserlo. È una donna di oggi, competente, appassionante, intuitiva ed intelligente".

    Camilla R. 

  • “Non avrei mai pensato di affidarmi a un gruppo di "facilitazione olistica", ma  da quando pratico Ho'oponopono mi sento profondamente rinnovato".

    Claudio P.

  • "Ho incontrato Monia circa cinque anni fa. Durante il primo incontro non l’avevo capita. Poi,  mi sono resa conto di quanto lei avesse visto tutto in anticipo. Ovviamente sono tornata".

    Piera D. S.

  • "La mia azienda ha cercato Monia per alcune attività di supervisione. La sua presenza ha creato sconcerto e diffidenza in ufficio. Dopo circa un anno, i miei colleghi ed io, abbiamo compreso lo spessore dell’esperienza fatta e ci siamo ricreduti: lei è speciale!"

    Marcella D. U.

  • “Ero sfinito dopo la separazione dalla madre dei miei figli. Grazie ai gruppi con lei mi sono aperto a me stesso. Ora comunico meglio con gli altri e mi sento più libero ed estroverso".

    Filippo C.

Newsletter

Iscriviti gratuitamente per rimanere aggiornati sui nostri eventi.

© All rights reserved.
Privacy Policy - Credits